Agricoltura integrata (SQNPI)

La certificazione volontaria di prodotto nasce dalla necessità da parte delle Organizzazioni che operano nel settore agroalimentare (Aziende produttrici, vitivinicole,ecc.) di posizionare, valorizzare e differenziare il proprio prodotto sul mercato.

Tale esigenza può essere soddisfatta unendo al rispetto della normativa vigente in materia di sicurezza qualitativa ed igienico sanitaria dei prodotti agroalimentari, un valore aggiunto al prodotto offerto dall’Azienda al consumatore ed in grado di soddisfarne le esigenze. Infatti, nel corso degli ultimi anni il consumatore ha sviluppato una notevole sensibilità, attenzione e cultura verso alimenti tipici, tradizionali preparati ed ottenuti nel rispetto delle prerogative imposte dalla normativa sotto il profilo della qualità, della sicurezza e del basso impatto ambientale.


 

La PRODUZIONE INTEGRATA è quel “sistema di produzione agro-alimentare che utilizza tutti i metodi e i mezzi produttivi e di difesa dalle avversità delle produzioni agricole volti a ridurre al minimo l’uso delle sostanze chimiche di sintesi e a razionalizzare le tecniche agronomiche, nel rispetto dei principi ecologici, economici e tossicologici “(art. 2 comma 4 L.4 del 3 febbraio 2011). Il DISCIPLINARE DI PRODUZIONE INTEGRATA (DPI) è un documento redatto a livello regionale, impostato sul rispetto di criteri e di norme riguardanti sia le tecniche agronomiche che quelle di difesa, e proposto su base volontaria alle aziende agricole per favorire la diffusione della produzione integrata. Gli OBIETTIVI che si intendono perseguire con l’applicazione del DPI sono:

• il miglioramento della sicurezza igienico-sanitaria e della qualità delle produzioni;

• la tutela dell’ambiente;

• l’innalzamento del livello di sicurezza e della professionalità degli operatori.

 

 Adesione al sistema di gestione e controllo
Manuale di difesa
Presentazione SQNPI

 


REFERENTE: Michele Bertolami

 

    La certificazione in ambito volontario